BIOTECNOLOGIE

APPLICATE ALL'ORTOPEDIA

DNA Strand

BIOTECNOLOGIE

NUOVE TECNOLOGIE

APPLICATE ALL'ORTOPEDIA

Negli ultimi anni stanno prendendo sempre più piede le terapie basate sull’utilizzo di particolari sistemi che facilitano i processi di guarigione.

 

Differenti sono i campi di utilizzo delle biotecnologie applicate alla medicina ed in particolare all’ortopedia; supporti sintetici o di derivazione animale per facilitare la crescita cellulare, particolari sistemi di concentrazione del sangue per utilizzare solo la componente necessaria alla riparazione (piastrine), sofisticati sistemi di lavorazione delle cellule cartilaginee per la riparazione dei difetti condrali, strumenti di stimolazione biofisica per la riparazione e rigenerazione dei tendini e dei muscoli.

 

Un punto in comune di tutte queste tecnologie è certamente rappresentato dall’applicazione, ai processi naturali di riparazione, di opportune stimolazioni che agiscono come un acceleratore della guarigione. Naturalmente questi processi sono fortemente influenzati dalla biologia cellulare pertanto hanno migliori risultati nei pazienti under 45.

 

Alcuni esempi utilizzati con buoni risultati sono i cosiddetti “scaffold” cioè supporti tridimensionali, generalmente di origine animale o sintetica, che vengono applicati nelle lesioni cartilaginee più importanti del ginocchio e della caviglia, per riparare il danno e favorire la ricrescita di un tessuto il più similare possibile alla cartilagine naturale.

 

A volte, questi scaffold, vengono arricchiti da un concentrato di sangue prelevato dal midollo osseo, allo scopo di fornire il maggior numero di cellule in grado di stimolare i processi di riparazione biologica.